DISCOTECHE, SICLARI (FI): NECESSARIO TAVOLO AL MINISTERO

7 Giugno 

Ritengo che il dibattito sulla riapertura o meno delle discoteche e delle sale da ballo debba essere portato avanti con le associazioni che rappresentano i gestori delle sale da ballo e delle discoteche. Le decisioni, come è giusto che sia e come dimostrato sempre da questo Governo, vanno prese e condivise con la associazioni di categoria, interloquendo con i destinatari delle decisioni e delle eventuali restrizioni in modo da poterle e volerle applicare". Lo dichiara in una nota il senatore azzurro Marco Siclari, capogruppo in commissione salute.

Siclari (FI): “la commissione salute ha approvato la legge sui defibrillatori”

27 Maggio 

Con grande soddisfazione quale capogruppo di Forza Italia in commissione Salute al Senato comunico che la commissione ha approvato in sede deliberante la legge proposta da Giorgio Mulè e della quale è stato relatore che contiene disposizioni in materia di utilizzo dei defibrillatori semiautomatici e automatici in ambiente extraospedaliero”, è quanto scrive in una nota il senatore di Forza Italia, Marco Siclari. “Si tratta di una legge fortemente voluta da Forza Italia che oltre a proporla ha spinto per creare una corsia preferenziale tanto alla Camera quanto al Senato accelerando i tempi per la sua approvazione con la proposta della commissione deliberante. Si tratta di una grande successo legislativo e politico di Giorgio Mulè e di tutta Forza Italia che è riuscita ad essere forza trainante rispetto a tutto il panorama parlamentare facendo sì che si creasse notevole condivisione su un testo che fa crescere la sicurezza sanitaria nel nostro Paese, introducendo e potenziando l’uso dei defibrillatori veri e propri strumenti salva-vita in molti contesti del nostro vivere civile. La legge ora torna alla camera nella quale si auspica abbia una corsia preferenziale e sia approvata in tempi brevi”, ha così concluso il senatore azzurro.

SANITÀ, SICLARI (FI): “CENTRO IRCCS È UN PASSO IMPORTANTE PER LA SANITÀ CALABRESE”

14 Maggio 

Il riconoscimento del centro di emato-oncologia del GOM di Reggio Calabria quale IRCCS è un traguardo straordinario raggiunto per la Città di Reggio Calabria, ma anche per tutta la sanità calabrese. Non avevo dubbi sugli eccellenti risultati che avrebbe raggiunto il commissario Jole Fantozzi sempre determinata e dall’alto profilo professionale. Sono sicuro che se chi si occupa di sanità in Calabria si muoverà sul solco di strade virtuose come questa si raggiungeranno altri importanti traguardi ed obiettivi. Auguri e congratulazioni a tutto il centro emato oncologico e al direttore Al Sayyad. Ha così concluso il Senatore azzurro Capogruppo in Commissione Salute.

In Parlamento si discute del Ponte sullo Stretto, Siclari: “senza l’opera non c’è sviluppo per il Sud”

12 Maggio 

“A Villa San Giovanni – assicura Siclari in una nota – si sono create con la firma del Patto, per la prima volta nella storia, le condizioni di condivisione politica per la realizzazione della Grande Opera in tempi brevi”. “Villa San Giovanni, città simbolo del Ponte dello Stretto – sottolinea – diventa la Capitale D’Europa, perché, accogliendo il Ponte, permetterà al Sud di collegarsi al resto dell’Europa. Oggi verrà presentato ufficialmente alla stampa il ‘Patto del Ponte’, per poi trasmetterlo al governo, un documento che prevede anche la concertazione e la condivisione con i comuni coinvolti, l’iter procedurale e delle opere compensative e propedeutiche, per accogliere la Grande Opera in modo sistemico, nel rispetto dell’ambiente, della storia e dei territori stessi. Il Recovery senza Ponte lascia il Paese diviso a metà in termini di sviluppo, non c’è sviluppo del Paese senza sviluppo del Sud”.

Ponte sullo Stretto, domani in Parlamento sarà presentato il “Patto” al Premier Draghi. Siclari: “avvio dei cantieri entro fine legislatura”

11 Maggio 2021 

“Si farà il punto e verrà presentato ufficialmente al Governo il documento che richiede anche la concertazione e la condivisione con i comuni coinvolti, dell’iter procedurale e delle opere compensative e propedeutiche, per accogliere la Grande Opera in modo sistemico, nel rispetto dell’ambiente, della storia e dei territori stessi”: lo ha affermato il Senatore Marco Siclari

Vaccini, Siclari: «Bene l’impegno del commissario Figliuolo»

30 Marzo 2021 

«Da medico prima ancora che da politico o senatore non posso che applaudire l’impegno, la dedizione e la decisione che il Commissario all’emergenza Figliuolo sta mettendo per farci uscire dalla pandemia». Così in una nota il senatore reggino di Forza Italia Marco Siclari.

«Come bene ha detto oggi qualunque mezzo che rispetti la legalità e la trasparenza è valido per ottenere l’obiettivo della vaccinazione di tutta la popolazione. La sanità privata, come suggerito più volte da Forza Italia, può aiutare a raggiungere prima l’obiettivo dell’immunità di gregge. Purtroppo alla crisi sanitaria dovuta alla pandemia ha fatto seguito la crisi economica per fermare la quale occorre, il prima possibile, riaprire il Paese in sicurezza. Solo completando il piano vaccinale sarà possibile affrontare e risolvere la “pandemia” economica e far riprendere l’Italia» ha così concluso il senatore azzurro.

SICLARI (FI): “PIANO VACCINALE EUROPEO UNITARIO FONDAMENTALE PER EVITARE RICADUTE”

1 Marzo 2021 

Serve un piano vaccinale europeo unitario,  coordinato ed efficace che preveda che ogni Paese vaccini tutti i giorni 7.000 persone per ogni milione di popolazione per immunizzare l’Europa entro dicembre 2021. L’Italia dovrà effettuare  420.000 vaccini al giorno ed occorre una figura istituzionale che si occupi del raggiungimento di tale obiettivo. È l’unico modo per immunizzare i 27 paesi europei entro il 2021.
Senza un piano europeo comune, tra otto mesi avremo Nazioni immuni al COVID ed altri Paesi non immuni che rischiano di fare ripartire il contagio da giugno 2022 anche nei Paesi che avranno completato la campagna vaccinale nel 2021 con la nascita di nuove varianti COVID-19.

La proposta di Siclari (FI): Riconoscere onore al merito al personale sanitario

 20 Febbraio 2021

Il senatore di Forza Italia, Marco Siclari, ha proposto che deve essere riconosciuto «il merito di tutti medici, infermieri e di tutto il personale sanitario che si è reso disponibile a combattere questa guerra contro la più grave pandemia degli ultimi cento anni».

«Con alto senso del dovere e sprezzo del pericolo – ha aggiunto – con turni massacranti ed a rischio della vita propria e dei propri familiari, sono stati e sono in trincea per garantire a tutti noi un futuro senza coronavirus. Ho più volte proposto l’aumento degli stipendi del personale sanitario ma finora, con la precedente maggioranza di governo, non vi è stata la disponibilità politica ad assecondare un giusto riconoscimento della funzione assolta e dell’alto merito conseguito, ricompensato a stento dalla misure governative».

«Riproporrò la misura – ha concluso – anche con il nuovo Governo Draghi nella speranza che l’impostazione meritocratica del nostro Presidente del Consiglio possa dare spazio alla mia proposta». (rp)

Ponte sullo Stretto, per Siclari (Fi) “E’ il simbolo del nuovo Rinascimento italiano"

 18 Febbraio 2021

Roma – Il senatore di Forza Italia Marco Siclari rilancia l’idea del Ponte sullo Stretto di Messina, definendolo “Simbolo del nuovo Rinascimento italiano”.
“Il Sud è il vero volano per la crescita dell’Italia. Il ponte sullo Stretto deve rappresentare il punto di ripartenza dell’economia italiana.
Non si tratta soltanto di unire al resto della penisola e dell’Europa 5 milioni di siciliani, ma di creare le condizioni per lo sviluppo per 22 milioni di cittadini meridionali coinvolti nell’indotto che creerà la grande opera.
Con il ponte arriverà al Sud, finalmente, l’alta velocità ferroviaria che consentirà di trasportare velocemente i passeggeri e destagionalizzare il turismo oggi relegato a poche settimane nei mesi estivi, e l’alta capacità ferroviaria per il trasporto veloce dei container dal sud Italia all’Europa permettendo il rilancio di tutti i porti commerciali delle 7 regioni del Sud, e delle industrie e aziende agroalimentari che diventeranno più competitive arrivando in Europa in breve tempo e a costi minori.
Tra turismo, porti commerciali e aziende competitive al Sud, e nuove infrastrutture da realizzare, si genereranno milioni di nuovi posti di lavoro.
Ci vuole coraggio ma è l’unica strada percorribile: parta dal Sud, dalle infrastrutture e dalla strategica opera del Ponte sullo Stretto, il nuovo Rinascimento italiano”.