7/12/2012 “Progetto Filippide”: dedicato ai giovani affetti da autismo e promosso dall’Associazione Sport e Società.


E’ stato inaugurato il Progetto Filippide, dedicato ai giovani affetti da autismo e promosso dall’Associazione Sport e Società che si occupa di agevolare l’integrazione e la socializzazione di ragazze e ragazzi autistici attraverso gli allenamenti sportivi e la partecipazione a competizioni nazionali e internazionali.Tanti gli atleti, gli operatori sportivi, le famiglie e i ragazzi provenienti da tutta Italia, che sono intervenuti in piazza del Campidoglio e che prenderanno parte alle iniziative promosse dall’Associazione Sport e Società, affiliata alla Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e riconosciuta dal CIP (Comitato Italiano Paralimpico).

L‘autismo ha un tasso di incidenza sulle nascite pari a 1 su 100 e condiziona irrimediabilmente la vita di intere famiglie. Le iniziative del “Progetto Filippide” contribuiscono non solo a migliorare le condizioni di vita dei giovani atleti, ma anche a far conoscere e affrontare l’autismo.
Ieri sera presso il centro di preparazione olimpica dell’Acqua Acetosa si è tenuto lo spettacolo acquatico “Il Canto delle sirene”, realizzato dalla squadra di nuoto sincronizzato del Progetto Filippide e accompagnato dalla voce della cantante del Cirque du Soleil, Francesca Gagnon.

Domani, Sabato 8 dicembre, allo Stadio di Atletica Paolo Rosi, si svolgerà la prima edizione italiana della “Run for Autism”, gara podistica su strada (due percorsi: 5 km e 2 km, gara competitiva e non) nata per dare visibilità all’autismo. Per tutta la giornata i ragazzi autistici, e non, svolgeranno allenamenti e laboratori di gioco e sport, con l’aiuto dell’associazione.

Prevista la partecipazione di atleti, come il campione mondiale della 100 chilometri Giorgio Calcaterra, il fiorettista Valerio Aspromonte (oro nel fioretto a spade a Londra 2012), e Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori e testimonial del Progetto Filippide.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *