PAG LA SAPIENZA, SICLARI (PDL) «OPPOSIZIONE ABBANDONI POSIZIONI DI PARTE»

PAG LA SAPIENZA, SICLARI (PDL) «OPPOSIZIONE ABBANDONI POSIZIONI DI PARTE»

 

«Voglio ricordare a Valeriani che Roma è anche la capitale degli universitari, con i suoi 210 mila iscritti, di cui 120 mila a La Sapienza. Il Piano di assetto generale finalizzato allo sviluppo territoriale-edilizio dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza era stato approvato in Consiglio comunale il 16 aprile del 2003. In dieci anni è evidente che sono intervenuti cambiamenti e le metamorfosi che hanno modificato le esigenze e i bisogni non solo del territorio, ma anche delle realtà presenti nello stesso, tra queste le università.

Il nostro compito è quello di amministrare con responsabilità e serietà, e di fronte alla richiesta di Variante al Piano di Assetto del 2003, a noi pervenuta da parte dell’Università la Sapienza diventa un obbligo da parte nostra elaborare le soluzione più opportune per andare incontro a chi promuove da secoli la cultura e la formazione sempre nel rispetto del territorio romano. Alla richiesta pervenuta il 19 aprile 2010 è seguita una prima riunione il 1 luglio 2010 dove abbiamo dato inizio all’esame del documento insieme ai rappresentanti degli organi universitari.

Pur avendo conservato inalterato l’impianto generale del PAG de La Sapienza, non potevamo non riequilibrare e ridefinire, sulla base delle istanze avanzate dagli organi universitari, la pianificazione territoriale ed edilizia della stessa che è frutto non solo di attese della popolazione studentesca ma anche delle risorse finanziarie effettivamente disponibili. Siamo sicuri, pertanto, di operare a beneficio della pubblica utilità, con la massima attenzione e sensibilità verso la realtà universitaria romana, che consideriamo un valore aggiunto per i giovani, per Roma e per il sistema Paese. Auspico che l’opposizione metta da parte questo atteggiamento di ostilità, per dare gambe all’ importante variante del ‘Piano di assetto generale per lo sviluppo edilizio della Sapienza’, voluto dalla nostra maggioranza e soprattutto dall’Università e che presto sarà posto al voto dell’aula Giulio Cesare».

 

Lo dichiara il Delegato del sindaco Alemanno ai Rapporti Territoriali e Istituzionali con le Università, Marco Siclari.

 

Roma, 1 marzo 2012


Pubblicato

in

, ,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *