CAMPIDOGLIO, SICLARI (PDL) «CONVEGNO UOMINI DEL SUD OPPORTUNITA’ IMPORTANTE PER PARLARE DI ROMA E DEL MERIDIONE»

CAMPIDOGLIO, SICLARI (PDL) «CONVEGNO UOMINI DEL SUD OPPORTUNITA’ IMPORTANTE PER PARLARE DI ROMA E DEL MERIDIONE»

 

 

Il convegno “Uomini del sud e sviluppo in Italia” è un’opportunità per parlare di Roma e del sud, evidenziando le prospettive di sviluppo economico-imprenditoriale, soprattutto in questo particolare periodo di crisi che coinvolge quasi ogni settore della società. Incontri come quello di oggi, tenutosi alla Sala Protomoteca del Campidoglio, sono un’occasione per parlare di quelle personalità del mezzogiorno, che hanno portato alto l’onore dell’Italia ricoprendo incarichi di livello internazionale.

 

All’incontro hanno partecipato alcuni esponenti delle istituzioni come il vice

presidente Commissione europea e commissario europeo all’ Industria e

Imprenditoria Antonio Tajani, il vice ministro delle Infrastrutture e

Trasporti Aurelio Misiti, l’ ex ministro del Turismo e Beni Culturali

Dario Antoniozzi, il senatore Emilio Colombo, il vice capogruppo del

Pdl alla Regione Lazio Carlo De Romanis, il direttore dell’ Ufficio per

la pastorale universitaria del vicariato di Roma Mons. Lorenzo Leuzzi e lo

scrittore Angelo D’ Amelio.

 

«Occorre acquisire con più consapevolezza le potenzialità che il Mezzogiorno offre per un nuovo sviluppo complessivo del Paese e che sarebbe fatale per tutti non valorizzare nelle giuste misure, ha dichiarato il consigliere capitolino e Delegato del sindaco ai rapporti con le Università, Marco Siclari, organizzatore della serata. Proprio guardando a questa cruciale questione, vorrei ricordare il giusto richiamo del Presidente della Repubblica ” a fare del Centocinquantenario dell’Unità d’Italia l’occasione per una profonda riflessione critica” e per quello che ha definito “un esame di coscienza collettivo”. Questa è anche l’occasione per ricordare l’operato di un uomo come l’ing Cali, e tutti quelle personalità del meridione che si sono contraddistinte nella propria professione. Per lo sviluppo dell’Italia, il sud deve rappresentare un volano in termini sia di contributi che di idee, di indotto e produttività. Un rilancio del sud infatti saprà garantire nuovo slancio per tutta l’economia nazionale.

 

Per il vice capogruppo Pdl alla Regione Lazio Carlo De Romanis, lo sviluppo del meridione serve al rilancio dell’economia di tutto il paese soprattutto in questo particolare momento di crisi, Per raggiungere questo obiettivo è fondamentale puntare sull’utilizzo dei fondi europei perché oggi le regioni del sud-Italia sono tra le meno virtuose in Europa in questo senso. Sicuramente è mancata probabilmente una cultura di progettualità, e forse c’è stato un minore impegno da parte di alcune amministrazioni locali» Un esempio positivo, prosegue De Romanis, invece è rappresentato dalla Regione Calabria, che sotto la guida del presidente Scopelliti sta raggiungendo i termini di spesa previsti dalla programmazione. Utilizzare i fondi significa infatti fornire nuovo impulso per l’imprenditoria giovanile e per le pmi, favorendo l’accesso al credito in modo da costruire una nuova fase di rilancio dell’economia di tutto il paese»

 

 

 

 

 

L’ing. Cali rappresenta un punto di riferimento per tutti quei giovani imprenditoriali meridionali

che hanno avuto successo al di fuori della propria terra. E’ necessario un vero cambio culturale, afferma il vice Ministro alle Infrastrutture Aurelio Misiti, in modo da favorire i giovani e numerosi imprenditori del sud, a poter sviluppare le proprie idee e il proprio talento senza essere obbligati ad abbandonare la propria Regione. Forse, soprattutto in passato, le pubbliche amministrazioni erano più legate ad una cultura assistenziale e non meritocratica. Negli ultimi anni si vede qualche miglioramento in questo senso, con la speranza di poter aiutare i giovani a realizzarsi nel proprio lavoro garantendo loro un futuro.

 

«La partecipazione di molti studenti del sud al convegno dimostra il nostro impegno verso i giovani e le nuove generazioni, conclude Siclari. Tra di noi ci sono uomini che occupano ruoli di massimo livello in più campi,quello scientifico, accademico, politico, istituzionale, della giustizia: a loro e a tutti i giovani presenti rivolgo il mio ringraziamento per l’attenzione e disponibilità ad affrontare con caparbietà e lungimiranza argomenti fondamentali per il rilancio del sistema paese, sistema che passa a pieno titolo anche per il meridione»

 

Roma, 11 novembre 2011


Pubblicato

in

,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *