05/02/2013 ELEZIONI, SICLARI (PDL) : "CRUI POSTICIPI SESSIONI ESAMI TRA 18/ 2 E 1/ 3".

ROMA, 05 FEB – “Sono circa 2 milioni gli studenti che si recheranno al voto il prossimo 24 e 25 febbraio. Sull’ argomento già sono state sollevate alcune problematiche nelle settimane scorse, per quanto riguarda i 25mila studenti Erasmus, che non possono votare nel Paese dove studiano perché non iscritti nelle liste dell’ aire (anagrafe italianaresidenti all’ estero). Tra l’ altro, l’ iscrizione all’ aire non è prevista per chi risiede all’ estero per meno di un anno. Perciò, la maggior parte degli studenti del progetto Erasmus, che in media dura 6 mesi, sarebbero esclusi da questa possibilità”.
Lo dichiara in una nota Marco Siclari, delegato del sindaco Alemanno ai Rapporti con le Università e candidato alla Camera per il Pdl, nel collegio Lazio 1. “L’ unica alternativa sarebbe quella di tornare, a proprie spese, in Italia per esprimere il loro voto – aggiunge – Oltre alle migliaia di ragazzi che, per motivi di studio, si trovano all’ estero, c’è un altro importante aspetto da tenere in considerazione e che potrebbe impedire l’ esercizio di tale diritto. Infatti, chiedo alla Crui e ai rettori di tutte le università italiane di posticipare le sessioni di esame previste tra il 18 febbraio e il 1 marzo, alla settimana successiva che va dal 4 marzo in poi. Lo ritengo fondamentale per alcuni motivi: innanzitutto per permettere a tutti gli studenti italiani, fuorisede o no, di poter esercitare il proprio diritto di voto e, nello specifico, di prendere parte eventualmente come scrutatori o presidenti di seggio alle prossime elezioni. In un momento di crisi come questo, sarebbe una possibilità remunerativa importante per migliaia di giovani. Inoltre, lo slittamento della sessione d’ esame agevolerebbe gli studenti fuorisede a recarsi a casa, in tempo per votare. Perciò, mi appello al Presidente Berlusconi affinché accolga le istanze del mondo universitario e si faccia portavoce presso i ministri Profumo e Cancellieri di questa necessità”.

Leave a Reply